Detrazioni

Detrazioni

Per l'imposta dovuta per la casa in cui si abita e per le relative pertinenze, è prevista una detrazione fissa di 200 euro. Se l'immobile è l'abitazione principale di più comproprietari, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

(se ad esempio marito e moglie sono comproprietari del loro appartamento e entrambi vi risiedono, il marito è proprietario per il 80% e la moglie per il 20%, dopo aver calcolato l'imposta dovuta per l'immobile, ripartita per il 80% a carico del marito e per il restante 20% a carico della moglie, ad ognuno dei due coniugi sarà applicata una detrazione di 100 euro.
Rendita catastale di 500,00 euro, Imponibile (500,00 x 1,05 x 16) di 84.000, l'imposta con un'aliquota all' 0,4% è pari a 84.000 x 0,4% = 336,00.
Quota a carico del marito 80% = 336 x 80% = 268,80 imposta dovuta 268,80 – 100,00 = 168,80.
Quota a carico della moglie 20% = 336 x 20% = 67,20 imposta dovuta 67,20 – 100,00 = 00,00).

Una ulteriore detrazione di 50 euro è prevista per ogni figlio convivente di età inferiore a 26 anni. Per usufruire della detrazione, il figlio deve essere anagraficamente residente nell'immobile che costituisce la casa di abitazione dei proprietari, anche se non fiscalmente a carico.